Sofia Rocks – Episodio 2 “Amore disperato”

Ep.2 di 5 – “Amore disperato” – La webseries che sonda il mondo della disabilità e dei giovani condotta dalla video-blogger Sofia Righetti. Coprodotta da Filandolarete e Agenda con la regia di Antonio Saracino.
Avete mai provato a cercare su Google le parole “sesso” e disabilità”? Se lo avete fatto, avrete sicuramente ottenuto tra i risultati numerosi link che rimandassero al tema dell’assistenza sessuale. Per fare chiarezza su questa figura, Sofia suona al campanello di Max Ulivieri, promotore del movimento Loveability per rendere legale in Italia l’assistenza sessuale alle persone disabili.
Max dimostrerà a Sofia che stereotipi e tabù sono sempre dietro l’angolo, soprattutto se a parlare di sessualità è una persona disabile. Ma a ben guardare, è così per tutti. Nel panorama italiano, l’assenza di una qualsiasi forma di educazione sessuale obbligatoria porta ragazze e ragazzi a scoprire questo mondo attraverso l’industria del porno. È facile giudicare dall’esterno, per questo Sofia ha deciso di chiedere l’opinione di Michela Zanardini, in arte La Miki, che di mestiere fa proprio l’attrice hard.
In Italia è quindi il sesso in tutti i suoi aspetti a non rientrare nel discorso pubblico. Sergio Lo Giudice, parlamentare e primo firmatario della proposta di legge sugli assistenti sessuali, lo sa bene. Sofia lo incontra al centro arcigay Cassero di Bologna per discutere di come il problema dell’accettazione delle diversità coinvolga tutti in prima persona.
A questo proposito, Sofia vuole raccontare agli spettatori di Sofia Rocks una storia speciale, che ha come protagonista una persona che lei stessa conosce dai tempi dell’Università e che da anni affronta quotidianamente i pregiudizi altrui. È la storia di Barbara Marchese, disabile e mamma di Damiano, un bel bimbo di 5 anni.

(1474)